Il concerto

Il "Passo a due" di Porfido e Minafra chiude il Festival pianistico "Città di Corato"

Nel programma musiche di Bach; composizioni dello stesso Minafra; musiche di Antonio Valente, autore del Cinquecento; la "Tarantella" di Athanasius Kircher e composizioni di Gianluigi Trovesi

Cultura
Ruvo di Puglia domenica 01 dicembre 2019
di La Redazione
Livio Minafra e Margherita Porfido
Livio Minafra e Margherita Porfido © n.c.

Con "Passo a due” di Margherita Porfido e Livio Minafra si conclude oggi, alle 18.30, nella Sala Verde del Municipio di Corato, la nona edizione del Festival pianistico "Città di Corato".

Madre e figlio: lei clavicembalista classica e contemporane tra le più dotate in circolazione; lui figlio d’arte anche da parte paterna - il trombettista Pino Mnafra - e tra i maggiori talenti nel pianoforte "jazz" - è stato più volte vincitore del "top Jazz", propongono un viaggio, fra tradizione e improvvisazione, fra antico e moderno con singolari fusioni e contaminazioni.

Il programma prevede musiche di Bach, eseguite al clavicembalo e in duo; composizioni dello stesso Minafra, anche queste in versione solista e in coppia; e ancora musiche di Antonio Valente, autore del Cinquecento; la celebre "Tarantella" di Athanasius Kircher e un paio di pagine firmate da Gianluigi Trovesi, tra i nomi di punta del jazz europeo, il quale ha collaborato con Porfido scrivendo brani.

Ma i grandi amori della musicista di Altamura sono gli autori di Scuola napoletana ai quali è dedicato un doppio progetto discografico comprendente musiche del barese Niccolò Piccinni e di altri compositori meridionali che operarono tra il Cinquecento e il Settecento, da Gesualdo da Venosa a Rocco Rodio sino allo stesso Antonio Valente.

Affidato alla direzione artistica di Filippo Balducci, il Festival pianistico "Città di Corato" è inserito nella Rete di Musica d'arte "Orfeo Futuro" con il sostegno della Regione Puglia e il patrocinio del Comune di Corato.

Lascia il tuo commento
commenti