Le vostre segnalazioni

Strisce blu, lo sfogo di un lettore

Un residente del centro storico: «Dovrei diventare un intellettuale della toponomastica per ricordare a memoria ogni tratto o strada dove mi sarà possibile parcheggiare»

Da Facebook
Ruvo di Puglia mercoledì 30 gennaio 2019
di La Redazione
Strisce blu
Strisce blu © web

Le strisce blu continuano a far discutere in città, se possibile ancor più adesso che sono entrate in funzione.

Oggi ospitiamo lo “sfogo” di un lettore, residente nel centro storico, il quale rivolge una lettera aperta al Sindaco della città.

«Le scrivo due righe – dice attraverso la nostra pagina Facebook - per commentare da “privilegiato” ciò che succede nel Suo comune, dacché il parcheggio è diventato un grosso affare finanziario.

Abito da 22 anni nel centro storico, pur non essendo di Ruvo. Questo per me è un motivo di orgoglio, visto che vivo in uno dei borghi più belli d'Italia, animato da iniziative culturali importanti e dalle sane tradizioni antiche.

Giacché il fatto di essere residente nel borgo antico crea di per sé vari disagi (limitazione alla circolazione o accesso al proprio garage durante eventi, sagre etc…) che talvolta vanno avanti per giorni o addirittura settimane; aver aggiunto l'ennesimo disagio, ovvero quello dei parcheggi, io lo trovo addirittura diabolico.

Avendo subìto nel Suo comune il furto dell'auto per ben tre volte, dopo vent'anni sono riuscito a trovare un garage e per questo sto più tranquillo, molto di più, perché non ho preoccupazioni in fatto di parcheggio. Purtroppo ieri (mercoledì scorso, ndr), al ritorno dalla palestra avevo poco tempo, quindi ho parcheggiato l'auto sotto casa: sul corso Carafa all'altezza di largo San Giovanni, e al mio ritorno che ti trovo? Un bel verbale di 42 euro per aver parcheggiato dove credevo di poter parcheggiare. Infatti, i primi di gennaio, quando ho ritirato il cartellino/permesso di parcheggio, l'impiegato mi diceva che noi eravamo “privilegiati” perché avremmo potuto parcheggiare ovunque, avendo pagato solo 30 euro.

Purtroppo invece ho scoperto che non è così e che ci sono zone dove se parcheggi devi andare alla colonnina e fare il biglietto....più facile di così?!

Quindi immagino che dovrei diventare un intellettuale della toponomastica per ricordare a memoria ogni tratto o strada dove mi sarà possibile parcheggiare a meno che non vada in garage…sempre che non ci sia qualche manifestazione nel centro storico che mi impedisca di accedervi.

Intanto aggiungo anche questa al mio curriculum vitae ruvese e, dato che il sentimento comune a Ruvo nei Suoi riguardi è alquanto alterato (sopratutto dopo questa idea magnifica dei parcheggi), Le faccio tanti auguri per la sua prossima rielezione», conclude in maniera ironica il lettore.

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Niko pell ha scritto il 31 gennaio 2019 alle 23:46 :

    Uno che con 30 euro può parcheggiare in tutte le zone tranne che su uno dei 2 lati dei corsi principali dove nella segnaletica verticale non è menzionato nessun bollino o bollino bianco riesce a prendere la multa come minimo non si è preoccupato di approfondire nei dettagli il funzionamento delle tariffe agevolate che suvvia non necessitano di particolari gradi di istruzione... Rispondi a Niko pell

  • Massimo La Sorsa ha scritto il 31 gennaio 2019 alle 05:45 :

    Sembra che solo a Ruvo ci sono i parcheggi a pagamento. Ma non è così anzi eravamo uno dei pochi comuni. Il problema è che, in caso di residenza nel centro storico, il permesso va allargato a tutte le zone ma ci perdiamo in un bicchiere di acqua Rispondi a Massimo La Sorsa

    felice scarongella ha scritto il 09 febbraio 2019 alle 08:06 :

    Il fatto che a Ruvo non erano presenti i parcheggi a pagamanto e altri paesi si sono daccordo ma, che hanno voluto strafare facendo anche parcheggi all'interno del paese nelle stradine mi sembra un abuso. l'altro abuso che hanno fatto e che se una persona non ha la strisce blu giustamente non puo avere l'abbonamento perche e riservato ai residenti ma se una persona chiede l'abbonamento per una zona dove risiede un parente non antonomo che necessita di andare a trovarlo piu volte al giorno e naturalmente non trova parcheggio nelle zone libere devo fare il tiket 4 5 volte al giorno per andare a fare assistenza, cosa costa fare un abbonamento per quella zona non tolgo il posto a chi abita in zona perche il 70% dei parcheggi duranta la giornata sono vuoti. Sindaco risolva il problema Rispondi a felice scarongella