Ieri la prima assemblea del 2017

Il Pd ruvese punta all'unità

In una fase critica a livello nazionale, in città si riparte con la nomina dei cinque componenti del direttivo. Tra loro Vito Cantatore, confluito nel partito col movimento "Un cantiere in Comune"

Politica
Ruvo di Puglia martedì 21 febbraio 2017
di La Redazione
Pd
Pd © n.c.

Si è tenuta ieri, nella sede storica di largo San Giovanni, alla presenza della referente provinciale Tania Di Lella, la prima assemblea 2017 degli iscritti e dei simpatizzanti del Pd.

In un momento molto critico e particolare per la compagine politica di centrosinistra, l'organizzazione cittadina si è ritrovata per fare il punto della situazione e per programmare il futuro che, seppur a livello nazionale sembra essere abbastanza fumoso, a livello locale deve essere il più chiaro possibile, in vista dei tanti impegni che attenderanno il partito e l'Amministrazione nell'anno in corso.

Doverosi e accorati sono stati il saluto e il ringraziamento di tutti i presenti al segretario uscente Pina Picciarelli, dimessasi lo scorso gennaio per poter dare inizio alla fase di discussione e partecipazione che porterà il partito al congresso territoriale.

Fruttuosi e interessanti sono stati poi gli interventi da parte di tutti i componenti dell'assise, che hanno focalizzato maggiormente l'attenzione su due aspetti principali: l'importanza di un'azione condivisa tra la base e gli amministratori locali e regionali, e l'idea comune che una divisione tra i vertici nazionali non può che far male all'intera comunità democratica.

È stato anche nominato il direttivo pro-tempore che accompagnerà la coordinatrice Di Lella in questa fase pre-congressuale, importante per dare un forte segnale di solidità e presenza nella comunità ruvese. Sono cinque, infatti, i membri scelti dall’assemblea: il capogruppo Pd in consiglio comunale Francesco Summo, l'ex assessore Caterina Montaruli, gli ex consiglieri comunali Giuseppe Visicchio e Vito Cantatore (che con il suo movimento civico "Un cantiere in Comune" ha deciso di confluire nel Partito democratico) e il segretario dei Giovani democratici Ruvo Cleto Campanale. Esso si avvarrà della collaborazione di un altro ex consigliere, Michele Pellegrini, nell'ottica di fornire al partito e all'Amministrazione il maggior numero di competenze ed esperienze possibili.

«A loro e a tutta la comunità democratica ruvese un augurio di un proficuo e sereno lavoro, che porti il partito e questa Amministrazione di centrosinistra alle migliori scelte per il nostro paese», scrivono i referenti Pd in una nota ufficiale.

Lascia il tuo commento
commenti