L'allarme era già arrivato ieri sera dal presidente Emiliano

Gelate e Xylella, i Gilet arancioni: «Una porcata, senza il decreto la Puglia sarà una polveriera»

​«Siamo stati rispettosi delle istituzioni, fiduciosi per gli impegni assunti, non abbiamo creato alcun tipo di problema, ma adesso basta» è l'ultimatum del portavoce Onofrio Spagnoletti Zeuli​​

Politica
Ruvo di Puglia giovedì 07 marzo 2019
di La Redazione
I gilet arancioni manifestano a Roma
I gilet arancioni manifestano a Roma © n.c.

L'allarme era già arrivato ieri sera dal governatore Emiliano. Ora anche i Gilet arancioni mettono in guardia il Governo dal proporre un disegno di legge e non un decreto legge per sostenere l'olivicoltura pugliese colpita da gelate e Xylella.

«Siamo stati rispettosi delle istituzioni, fiduciosi per gli impegni assunti, non abbiamo creato alcun tipo di problema, anche alla luce del fatto che tutti avevano sposato la nostra piattaforma di richieste per affrontare le emergenze xylella e gelate, ma adesso basta» commenta il portavoce dei gilet arancioni, Onofrio Spagnoletti Zeuli. «Ci auguriamo che la porcata della trasformazione da decreto legge a disegno di legge sia solo uno scherzo di cattivo gusto. Oggi dal Consiglio dei Ministri deve venir fuori il decreto che tutti aspettavamo e che il ministro Centinaio - a nome di tutto il Governo - aveva garantito in piazza lo scorso 14 febbraio davanti a 5mila agricoltori.

Lo ribadiamo chiaramente a tutti, da Conte a Di Maio, da Salvini a Centinaio: niente inganni e niente regolamenti di conti sulla pelle degli agricoltori per compensare altre questioni. Abbiate il buon senso di dare risposte concrete e affrontare i problemi reali della gente, altrimenti avrete la responsabilità di trasformare la Puglia, dal Salento alla Capitanata, in una polveriera».

Lascia il tuo commento
commenti