Ieri, una pioggia torrenziale ha devastato l'agro ruvese

Danni da alluvione, Chieco chiede sostegno economico alla Protezione Civile

Colpite le zone di via Mangiaricotta, via Polvino Modesti, Tratturo Barletta Grumo, via Patanella, via Monserino, Via Alfieri

Politica
Ruvo di Puglia giovedì 21 maggio 2020
di La Redazione
Alluvione del 20 maggio
Alluvione del 20 maggio © n.c.

«Ieri un'alluvione ha colpito le zone di via Mangiaricotta, via Polvino Modesti, Tratturo Barletta Grumo, via Patanella, via Monserino, Via Alfieri.
Stamattina abbiamo scritto al Governatore della Regione per richiedere il sostegno economico della Protezione Civile per riparare i gravi danni».

Così il sindaco Pasquale Chieco sulla sua pagina istituzionale.

Di seguito il testo della lettera.

«Oggetto: Evento alluvionale 20 maggio 2020

Si comunica alla S.V. Ill.ma che l’evento meteorico di cui in oggetto, ha causato gravi danni alle infrastrutture stradali comunali extraurbane.
La pioggia torrenziale a carattere del tutto eccezionale ha divelto manti di asfalto e massicciata stradale e creato solchi profondi lungo le banchine stradali, rendendole pericolose e intransitabili. (…)
Per quanto innanz,i questa Amministrazione invita la S.V. anche nella Sua qualità di Capo della Protezione Civile a porre in essere ogni azione tesa all’erogazione di fondi economici tesi a fronteggiare le suddette somme necessarie al ripristino dello stato dei luoghi e alla eliminazione di pericoli per la pubblica incolumità.
Restando a disposizione per ulteriori chiarimenti di quanto accaduto e relativamente a quanto richiesto, si porgono cordiali saluti

Il Direttore d’Area Gildo Rocco Gramegna e

Il Sindaco Prof. Pasquale Roberto Chieco».

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • francesco amenduni ha scritto il 22 maggio 2020 alle 11:09 :

    comunque, non per essere polemico con una intera categoria, non per fare di tutt'erba un fascio, ma la maggiore responsabilità della dannosità di questi eventi, sapete di chi è??? di quelli che abbattono e macinano i muretti a secco, perchè è troppo costoso fare manutenzione (anche se poi magari si becca qualche incentivo per la manutenzione), di quelli che transitano con i mezzi agricoli con aratri e attrezzi che strisciano e raschiano l'asfalto, di quelli che tagliano l'asfalto per far passare i tubi di irrigazione, di quelli che fanno passare trattori pesantissimi su fondi contenuti da paretoni alti, che al limite potevano sopportare il peso di una motozzappa, non certo di centinaia di quintali di trattore gigante ... avete capito di chi si tratta??? Rispondi a francesco amenduni

  • Tony ha scritto il 22 maggio 2020 alle 07:56 :

    Questo perché sono stati abbattuti muretti a secco, nessuno fa la manutenzione alle strade, ai tombini e alle erbacce che ormai ingoiano tutti gli incroci intorno al paese. Ora vogliamo essere anche rimborsati? Rispondi a Tony

  • francesco.tedone ha scritto il 22 maggio 2020 alle 05:09 :

    Speriamo che sia finalmente la volta buona per mettere in sicurezza un arteria stradale quale quella di via Mangiaricotta-Polvino completamente ricoperta di buche per il manto stradale in molti punti completamente divelto che rendono molto pericoloso il transito su detta arteria soprattutto ai mezzi agricoli che la percorrono ogni giorno. Rispondi a francesco.tedone