A Lecce

Gianluigi Caldarola protagonista di Classicheforme, festival internazionale di musica da camera

Lunedì 19 luglio, nell'Ortale del Teatro Koreja. Membro del Trio Orione con Ludovica Rana e Stefania Argentieri, si esibirà in "Capitoli pugliesi". È Primo Clarinetto Solista nell’Orchestra dell’Opera Royal de Wallonie di Liegi

Spettacolo
Ruvo di Puglia domenica 18 luglio 2021
di La Redazione
Gianluigi Caldarola
Gianluigi Caldarola © n.c.

Beethoven e alcune pagine della Puglia cameristica del Novecento risuoneranno a ClassicheFORME, il Festival Internazionale di Musica da Camera fondato e diretto dalla pianista Beatrice Rana, in programma fino al 24 luglio a Lecce e provincia.

Il concerto in programma lunedì 19 luglio alle 21, nell'Ortale del Teatro Koreja del capoluogo salentino s'intitola “Capitoli pugliesi” anche perché protagonista è il Trio Orione, di recente formazione, composto da musicisti particolarmente dotati e con un’importante carriera concertistica.

Il ruvese Gianluigi Caldarola, primo Clarinetto Solista nell’Orchestra dell’Opera Royal de Wallonie di Liegi, ha vinto numerosi concorsi e collaborato con varie orchestre tra cui la Cherubini fondata dal M. Riccardo Muti, l’Orchestra Haydn di Bolzano, l’Orchestra del Teatro Carlo Felice di Genova, l’Orchestra del Teatro Petruzzelli di Bari. Svolge un’intensa attività solistica e cameristica; si è esibito nell’ ambito di importanti festival e sale prestigiose come la Helmut List Halle di Graz (Austria), il Teatro dell’Opera di Lille, e la Korzerthaus de La Seine Musical di Parigi. 

Ludovica Rana, violoncellista tra le più dotate del panorama musicale italiano, si è imposta al pubblico vincendo importanti competizioni musicali come il Vittorio Veneto, il Geminiani, il Premio “The Note Zagreb” al Concorso A. Janigro. Si è formata con prestigiosi maestri come E. Dindo, G. Sollima, F. Helmerson, A. Polo e si è esibita in importanti sale prestigiose Società concertistiche in Italia e all’estero. Ha al suo attivo numerose registrazioni solistiche e cameristiche per Sony, Amadeus, MVC e per RAI Radio3.

Stefania Argentieri, pianista, medaglia d’Oro al Premio Maison Des Artistes, suona regolarmente in tutto il mondo per gli enti più prestigiosi; ha registrato per Radio Vaticana, per EuroClassicPlanet e per l’Istituto Culturale Italiano di Los Angeles. Ha inoltre ottenuto il primo premio assoluto in numerosi concorsi si internazionali che nazionali.

Lunedì sera eseguiranno il Trio in si bemolle Maggiore Op. 11 di Beethoven e una selezione di creazioni di compositori italiani del Novecento come Nino Rota (Trio per clarinetto, violoncello e pianoforte), Teresa Procaccini (Trio Op. 36) e Raffaele Gervasio (Capitoli Op. 132 / CG 126).

Per maggiori informazioni sul Festival, consultare il sito www.classicheforme.com.

Lascia il tuo commento
commenti