La direzione artistica è di Margherita Porfido

Torna il Festival internazionale "Wanda Landowska", ecco il programma

Domenica 7 aprile, in Cattedrale, di scena il progetto speciale Musica rara della Setttimana Santa con Pino Minafra & La Banda, i Fratelli Mancuso e la fisarmonicista ucraina Eughenia Cherkazova​

Spettacolo
Ruvo di Puglia sabato 23 marzo 2019
di La Redazione
Margherita Porfido
Margherita Porfido © G. Cavalieri

Riparte oggi, fino a domenica 14 aprile, nella Pinacoteca d'arte contemporanea di Ruvo di Puglia l'appuntamento con il Festival internazionale "Wanda Landowska", organizzato dall'associazione Terra Gialla e dal Comune di Ruvo di Puglia, in collaborazione con la Pro Loco e l'associazione culturale Trame e il patrocinio della casa editrice tedesca Barenreiter, con la direzione artistica di Margherita Porfido.

La manifestazione ospiterà una sezione dedicata al pianoforte con concerti di musica classica e contemporanea e presentazioni di libri dal 23 al 31 marzo, il Festival clavicembalistico con esibizioni e mostre dall'8 al 14 aprile, e la settima edizione del Concorso internazionale di Clavicembalo dal 10 al 14 aprile), con l'esibizione di una sessantina di partecipanti provenienti da Corea, Russia, Ucraina, Polonia, Repubblica Ceca, Croazia e Italia (scadenza iscrizioni 28 marzo). Domenica 7 aprile, in Cattedrale, il progetto speciale Musica rara della Setttimana Santa con Pino Minafra & La Banda, i Fratelli Mancuso e la fisarmonicista ucraina Eughenia Cherkazova. L'ingresso è gratuito.

Il programma

Il festival prenderà il via dal 23 al 31 marzo in Pinacoteca (ore 19.30 con ingresso gratuito). Sabato 23 marzo spazio al concerto "Da Dvoràk a Ravel" con Giulia Buccarella (violino) e Giuseppe Campagnola (pianoforte). Domenica 24 si proseguirà con Lisa Manosperti (voce) e Rosario Mastroserio (pianoforte) che proporranno brani "Da Edit Piaf ad Astor Piazzolla". Lunedì 25 doppia presentazione dei libri “Niccolò Piccinni Le Barisien” di Angelo Pascual De Marzo e “Piccinni Tre Sonate e una Toccata” di Margherita Porfido. Martedì 26 si viaggerà "Dal Manzanarre al Reno" con Gianluca Belfiori Doro (voce) e Chiara Cattani (pianoforte), mentre mercoledì 27 il pianista Filippo Balducci ci condurrà "Tra Chopin e Skrjabin". Giovedì 28 Massimo De Lillo presenterà il suo volume “Ottavio De Lillo - Quando la musica riconcilia con il mondo“ con Dinko Fabris. A seguire concerto "Nuit d’Espagne" con Tiziana Portoghese (voce), Paride Losacco (violino) e Fiorella Sassanelli (pianoforte). Venerdì 29 il pianista Piero Di Egidio proporrà il concerto "Tra Chopin e Liszt", mentre sabato 30 il Duo Maclé delle pianiste Sabrina Dente e Annamaria Garibaldi si esibirà in "Da Brahms a Gershwin". La prima parte del festival si concluderà domenica 31 marzo con il Trio Phoné composto da Corrado Roselli (violino), Anila Roshi (violoncello) e Roberta Ubaldo (pianoforte).

Domenica 7 aprile (ore 20.30 con ingresso gratuito) in Cattedrale il progetto speciale “Musiche rare della Settimana Santa. Tradizione e Innovazione” con Pino Minafra & La Banda e la partecipazione di Fratelli Mancuso, Eughenia Cherkazova, Nicola Pisani con la direzione di Michele Di Puppo, Livio Minafra e Vincenzo Mastropirro. Dopo, tra le altre, le tappe di Parigi, Londra, Monaco di Baviera, Graz, Les Mans, Lille, Huddersfield, Brighton, Basingstoke, Munster, Berlino, Roma, Firenze e Ravenna, ospite dei più importanti festival europei di jazz, musica classica e contemporanea, continua il viaggio di Pino Minafra & La Banda di Ruvo di Puglia. Il progetto "La Banda" nasce 25 anni fa per cercare di salvare dall’oblio una grande tradizione musicale tipica del Sud Italia che ha prodotto un suono originale e unico al mondo. L’intento del compositore e trombettista ruvese - direttore artistico del Talos festival, che tornerà con un ricco programma dal 31 agosto all'8 settembre - è stato quello di proporre la tradizione musicale classica della banda e nello stesso tempo proiettare questa formazione nel suono contemporaneo, facendola confrontare con i linguaggi musicali più innovativi grazie alla presenza di compositori e solisti di valore internazionale. Il percorso trasversale fra “Tradizione e Innovazione” fatto dalla Banda di Ruvo di Puglia ha pienamente dimostrato l’attualità e la freschezza di questo suono caldo, vivo e generoso, ancora tutto da esplorare oltre che proteggere.

Da lunedì 8 a domenica 14 aprile si torna nella Pinacoteca di Arte contemporanea con i concerti del Festival Clavicembalistico e con le esibizioni dei partecipanti alla settima edizione del Concorso internazionale Wanda Landowska. Si parte lunedì 8 (ore 19 - ingresso libero) con l'inaugurazione della mostra “Costumi e Tastiere dal XVII al XX secolo” a cura di Maria Stragapede in collaborazione con l'associazione culturale Trame e Margherita Porfido, che subito dopo si esibirà in "Bach & Bach" con l'altra clavicembalista Vera Alcalay. Martedì 9 (ore 20) "In stile spagnolo" con Eughenia Cherkazova (fisarmonica) e Svetlana Shabaltina (clavicembalo). Mercoledì 10 (ore 20) Annalisa Ficarra eseguirà "Nuove musiche per clavicembalo" con alcune composizioni dei vincitori delle edizioni 2017 e 2018. Giovedì 11 (ore 19) sarà inaugurata la mostra di strumenti ad arco a cura del liutaio Bruno Di Pilato. A seguire il concerto "Le Clavecin Vertigo" di Mario Raskin (clavicembalo). Venerdì 12 (ore 20) appuntamento con Times Of War di Claudio Astronio (clavicembalo). Sabato 13 dalle 16 prove aperte dei Concerti di J. S. Bach per clavicembalo e orchestra d’archi. Domenica 14 (ore 19), la Pinacoteca ospiterà il concerto finale con la premiazione dei vincitori del Concorso Wanda Landowska 2019.

Lascia il tuo commento
commenti