Nell'ambito della Cerimonia della restituzione della Bandiera italiana da parte degli Atleti che hanno partecipato alle Olimpiadi e Paralimpiadi 2020

Tokyo 2020, Luca Mazzone premiato al Quirinale

«È un onore essere stato premiato al Quirinale dal Presidente della Repubblica. Fiero di essere italiano, di far issare sul pennone il nostro tricolore e far intonare l'inno di Mameli»

Altri Sport
Ruvo di Puglia domenica 26 settembre 2021
di La Redazione
Luca Mazzone riceve una medaglia dal presidente Sergio Mattarella
Luca Mazzone riceve una medaglia dal presidente Sergio Mattarella © Presidenza della Repubblica

Il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha ricevuto lo scorso 23 settembre al Quirinale i medagliati Olimpici e Paralimpici e una rappresentanza di atleti italiani che hanno partecipato ai Giochi di Tokyo 2020.

Tra loro il campione Luca Mazzone che, con la Nazionale Paraciciclismo, ha conquistato l'argento nella cronometro individuale H2; l'argento nella gara in linea H1-H2 e l'oro nella staffetta handbike H1-5).

La cerimonia si è aperta con l'esecuzione dell'Inno nazionale da parte della Banda Interforze e la proiezione di un video dal titolo "Tokyo 2020".

Sono intervenuti il presidente del Comitato Olimpico Nazionale Italiano, Giovanni Malagò; il presidente del Comitato Italiano Paralimpico, Luca Pancalli; e la sottosegretaria di Stato alla Presidenza del Consiglio, Valentina Vezzali.

Successivamente gli Alfieri della squadra olimpica, Elia Viviani e Jessica Rossi, e gli Alfieri della squadra paralimpica, Beatrice Vio e Federico Morlacchi, hanno restituito al Capo dello Stato le Bandiere nazionali con le firme degli atleti vincitori di medaglia olimpica e paralimpica.

Il Presidente Mattarella ha rivolto un saluto ai presenti e ha, quindi, consegnato agli atleti una medaglia ricordo.

All'incontro hanno partecipato i dirigenti del Cio, del Conie del Cip, i Commissari tecnici delle discipline vincitrici di medaglie, e i vertici delle Forze Armate e dei Corpi dello Stato in rappresentanza dei rispettivi Gruppi sportivi.

«È un onore essere stato premiato al Quirinale dal Presidente della Repubblica e accolto a Palazzo Chigi dal Presidente del Consiglio (Mario Draghi, ndr) - commenta Mazzone -. Fiero di essere italiano, di far issare sul pennone il nostro tricolore e far intonare l'inno di Mameli».

Lascia il tuo commento
commenti