Revolution Dance

Sesto posto ai Campionati del Mondo per Piero Sorice e Porzia De Nicolò

I due, ​nati ballando sul ciglio della strada o sotto i portici per puro divertimento, prima si innamorano poi fanno coppia sulla pista. Sono stati convocati dalla Fids per il secondo anno consecutivo​

Altri Sport
Ruvo di Puglia mercoledì 19 giugno 2019
di Irene Tedone
Piero Sorice e Porzia De Nicolò
Piero Sorice e Porzia De Nicolò © RuvoLive.it

Avete presente i nati con la camicia? Beh, scordiamoceli. Sono chiacchiere. Nella vita non si diventa "campioni" per opera dello Spirito Santo.
Bisogna rigare dritto. Essere un po' soldati. Come i nonni delle guerre mondiali. Questa è la verità. Tenaci e instancabili. Un po' folli e un po' robot. Armati fino ai denti, ma di grandi ideali. Duri con se stessi e teneri sognatori.

Uno su mille ce la fa? Forse si. Forse no. Ma metti caso che Dio li fa e poi li accoppia? Nascono intese invincibili, come quella tra i ballerini Porzia De Nicolò e Piero Sorice, che va oltre i fiori d'arancio. Perché due così, con lo stesso sacco di idee per la testa, sono pezzi di puzzle (rari e preziosi) che si abbracciano. E che si amano dentro e fuori la pista. E che si allenano. E che ridono. E che piangono. E che verso il cielo alzano coppe e un miliardo e mezzo di soddisfazioni. Tutto sulla mattonella. Perché inseparabili si nasce come il bianco e il rosso dell'uovo.

Porzia e Piero, nati ballando sul ciglio della strada o sotto i portici per puro divertimento, prima si innamorano e poi fanno coppia sulla pista. Passano 20 anni. Piano piano fanno carriera nelle classi dilettantistiche e poi in quelle agonistiche della Fids (Federazione Italiana Danza Sportiva), che è l'unica federazione riconosciuta dal Coni, fino ad arrivare alla vetta, alla A Special, la classe internazionale.

Nel frattempo nasce la asd Revolution Dance, una larga famiglia di talentuosi in cui si insegna l'amore per le cose in cui si crede e a farsi le ossa per raggiungere i propri obiettivi. I podi ai campionati italiani per i maestri non mancano e per due volte consecutive (quest'anno e quello passato) la sorpresa arriva via e-mail. La Fids convoca gli azzurri Piero e Porzia della Revolution Dance ai campionati del mondo in Slovacchia. È gioia.

70 sono le coppie in gara al WDSF World Championship Latin Senior II dello scorso 8 giugno a Kosice, due soltanto quelle italiane.
In un'infuocata giornata sui tacchi, l'altra coppia italiana si ferma poco più su di metà classifica, al 23° posto, mentre i nostri eroi di cha cha cha, rumba e jive scalano ogni tornata e arrivano in finale. Non ce n'è (quasi) per nessuno, sono i sesti migliori al mondo.

Lascia il tuo commento
commenti