Il weekend sportivo

La Tecnoswitch inizia e la Fiore di Puglia risponde: due vittorie su due

Giuseppe De Leo : «Sono molto contento di poter giocare per la squadra della mia città, per me indossare questa canotta è un motivo di orgoglio e portare questi bellissimi colori​ è un onore»

Basket
Ruvo di Puglia lunedì 21 gennaio 2019
di Giuseppe Tedone
Tecnoswitch Ruvo - Libertas Altamura
Tecnoswitch Ruvo - Libertas Altamura © RuvoLive.it

Possiamo definire questa stagione sportiva della palla a spicchi ruvese una delle più positive negli ultimi anni. Anche in questa giornata sono arrivate altre due vittorie da entrambe le compagini locali, sia per la Tecnoswitch sia per la Fiore di Puglia Basket Ruvo, che raggiungono entrambe i cinque successi consecutivi.

Nel campionato di serie C Gold nel palazzetto di viale Colombo si affrontavano i padroni di casa della Tecnoswitch Ruvo e la Libertas Altamura, appaiate entrambe a quota 14 punti, tutte e due ancora imbattute in questo 2019. Tra le fila ruvesi c’era il ritorno a casa di Giuseppe De Leo, mentre Altamura rispondeva con un altro giocatore locale, Nicolò Basile, che ha debuttato in serie A con la Victoria Libertas Pesaro dal 2014 al 2016, per poi scendere in Legadue indossando le canotte di Fulgor Forlì, Scaligera Verona e Virtus Roma. Ma i ruvesi sono stati bravi a contenere lui e il resto della squadra murgiana, in modo da far loro disputare una delle partite peggiori della stagione.

La Tecnoswitch già dal primo quarto entra in campo con l’intenzione di ribaltare il -4 subito nella gara d’andata, giocando una delle partite più belle in quest’annata sportiva, continuando a dare un segnale forte alle avversarie, mostrando di essere in piena corsa per i play-off, che sono un campionato a parte rispetto alla regular season. Nel primo periodo le riesce di tutto, al contrario la squadra altamurana soffre, anche a causa di una bassissima percentuale dal tiro dei 6.75 m. Il quarto si chiude sul parziale di 29-7 e già da qui si capisce che tipo di partita sarà. Infatti nel secondo quarto ti aspetti la reazione della squadra ospite, che non arriva per merito dei bianco-blu, bravi a disputare un'ottima gara anche in difesa, facendo in modo che Altamura sbagli tantissimi tiri, a ciò si unisce l'espulsione anzi tempo di Domenico Barozzi, uno dei veterani della squadra bianco-rossa, lasciando i propri compagni in piena difficoltà.

A metà periodo coach Dimitri Patella manda in campo il terzo ruvese del roster Giuseppe De Leo, accolto con una grandissima ovazione dai propri tifosi, è ancora presto per giudicare la sua condizione, però nella vittoria c'è anche il suo zampino, infatti giocherà 22:49 realizzando 5 punti, e da qui fino alla fine del campionato potrà essere l'arma in più per la squadra. Sì va all'intervallo sul parziale di 44-24.

Dopo la pausa il monologo della partita è sempre nelle mani della Tecnoswitch, che anche in questa gara manda quattro giocatori in doppia cifra: Giovanni Laquintana (26 punti), Benas Bagdonavicius (15 punti), Aleksandar Jovic (10 punti) e Angelo Luzza (15 punti), mentre per la Libertas Altamura provano a salvare la faccia Nicolò Basile (22 punti), Michele Castoro (10 punti) e Norman Do Prado (10 punti). Negli ultimi minuti spazio anche a un altro giovane cestista ruvese, Giuseppe Barile (classe 2001), in modo da accumulare minuti in serie C. Termina la gara con il punteggio finale di 90-59.

Con questa vittoria la Tecnoswitch ribalta il passivo, supera proprio Altamura in classifica e agguanta la Cestistica Ostuni a 16 punti, che subisce ancora una sconfitta contro una sorprendente Nuova Pallacanestro Monteroni, a pari merito anche con la Nuova Pallacanestro Ceglie vittoriosa in trasferta contro il Basket Francavilla.

«È stato un groviglio di emozioni - dichiara l'ala De Leo -, non riesco a spiegare quello che significa per me tornare a Ruvo, ovviamente il ritmo partita e la condizione sono ancora da migliorare, ma non potevo aspettarmi un ritorno migliore e mi ha fatto molto piacere vedere il palazzetto tutto pieno. Indossare la canotta ruvese ha sempre significato tanto, sin da ragazzino ho sempre sognato di giocare per questi colori, sono cresciuto qui, poi ovviamente le dinamiche societarie mi hanno portato via dalla mia città, sono contento delle esperienze fatte, ma non appena c'è stata la possibilità di ritornare ho subito accettato.

Non voglio sbilanciarmi perché non conosco ancora bene il gruppo, sono due mesi che mi alleno con loro, la squadra è forte considerata la presenza di alcuni giocatori molto talentuosi, a ciò si unisce anche la volontà che non manca mai e sicuramente proseguendo su quest'onda potremo dire la nostra sia nel prosieguo del campionato sia nei play-off».

«Sono contento di aver ottenuto una vittoria in una gara difficilissima - dichiara a fine gara coach Patella -, i miei ragazzi sono stati bravi nonostante l'assenza di Mattia Marchetti che abbiamo deciso all'ultimo di non far scendere in campo. Potenzialmente poteva giocare ma non volevamo rischiare, dato che il campionato è ancora molto lungo ed è meglio tutelarlo in modo da riaverlo il più presto possibile. Martedì (domani, ndr) farà un'ecografia ma le terapie già hanno fatto in modo che stesse meglio, quindi non dovrebbe essere nulla di grave. Tornando alla partita siamo stati belli noi e Altamura brutta: noi abbiamo disputato la gara come l'avevamo preparata, loro non sono riusciti a esprimersi al meglio anche penalizzati dall'uscita di Barozzi, ma bisogna prendere tutto quello che viene dal campo, ad esempio l'inattesa sconfitta di Ostuni contro Monteroni.

Mi ha fatto molto piacere ritrovare Giuseppe de Leo, un ragazzo che ho visto crescere so qual è la passione enorme che lo anima nel giocare a pallacanestro, so anche quanto abbia sofferto in questi due anni che l'hanno tenuto lontano dal parquet, tra di noi c'è un ottimo rapporto che va oltre quello tra allenatore a giocatore e spero che per lui questo possa essere un trampolino di rilancio per fare la carriera che si merita. Per il resto non ci fissiamo degli obiettivi, dobbiamo continuare a lavorare testa bassa per migliorare partita dopo partita».

Tabellino

Tecnoswitch Ruvo - Libertas Altamura 90 - 59 (29 - 7, 44 - 24 , 61 - 40, 90 - 59)

Tecnoswitch Ruvo : S. Mascoli 5, M. Marchetti n. e., G. Laquintana 26, G. Ippedico 7, A. Jovic 10, B. Bagdonavicius 15, A. Di Salvia 7, A. Luzza 15, G. De Leo 5, G. Barile. Coach : D. Patella

Libertas Altamura : M. Casareale n. e., N. Basile 22, S. Castellano 5, V. De Bartolo 5, I. Vignola 1, N. Do Prado 10, R. Trevisan 8, D. Barozzi 3, A. Spampinato n.e. Coach: L. Cotrufo.

Ottiene la quinta vittoria di fila anche la Fiore di Puglia Basket Ruvo rimanendo ancora imbattuta nel proprio girone del campionato di prima divisione. I ragazzi bianco-blu si aggiudicano il secondo derby stagionale contro l'as Corato, dimostrando ancora una volta di essere una delle protagoniste e che tutte le altre avversarie dovranno faticare per battere questa strepitosa squadra.

La gara si disputa nel Tentostatico di Corato, ma che si giochi in casa o fuori non cambia nulla per i ragazzi allenati da coach Roberto Gargano. A parte il primo quarto, che termina sul punteggio di 12-21, già dal secondo i ruvesi mettono un abisso enorme tra sé e la squadra coratina andando all'intervallo sul +20 (22-44).

Il divario aumenta anche nei quarti successivi, infatti il terzo periodo si chiude sul 32-63 e addirittura i padroni di casa negli ultimi dieci minuti realizzano a malapena 6 punti, mentre i ruvesi ne realizzano 17. Termina così la gara con il punteggio di 38 - 80.

Da segnalare tra le fila ruvesi il ritorno in campo del capitano Pasquale Bernardi che aveva saltato le prime quattro gare, a dimostrazione della qualità di questo bellissimo gruppo, capace di sopperire l'assenza di uno dei veterani della compagine. In classifica la Fiore di Puglia mantiene il primo posto solitario salendo a quota 10 punti, rimane in scia la Nuova Virtus Corato che vince tra le mura amiche per 73 - 32 contro l'ags Toritto.

Tabellino

As Corato - Fiore di Puglia Basket Ruvo 38 - 80

(12 - 21, 22 - 44, 32 - 63, 38 - 80)

Fiore di Puglia Basket Ruvo : L. Ferrara 7, D. Ferrante 3, A. Randolfi 18, F. Di Domenico 1, G. Lasorsa 6, M. Lorusso 11, P. Bernardi 5, C. Rosito 10, S. Papagno 19. Coach: R. Gargano

Lascia il tuo commento
commenti