Campionato

Vince la Tecnoswitch, perde la Fiore di Puglia Ruvo

Coach Dimitri Patella: «Le sette vittorie di fila sono il risultato del buon lavoro che i ragazzi svolgono durante gli allenamenti settimanali. Affronteremo al meglio il doppio impegno in trasferta»

Basket
Ruvo di Puglia martedì 05 febbraio 2019
di Giuseppe Tedone
Tecnoswitch Ruvo - Sunshine Basket Vieste
Tecnoswitch Ruvo - Sunshine Basket Vieste © Giuseppe Tedone

Nel weekend cestistico ruvese, solo la Tecnoswitch riesce a ottenere il settimo sigillo consecutivo, mentre la Fiore di Puglia Ruvo conosce la prima sconfitta stagionale contro un'ottima Fidens Giovinazzo, squadra che darà del filo da torcere alla compagine ruvese.

Al PalaColombo era di scena la quindicesima giornata di serie C Gold, in cui si affrontavano i padroni di casa della Tecnoswitch Ruvo contro la Sunshine Basket Vieste. I ruvesi volevano assolutamente continuare la striscia positiva, mentre i foggiani, reduci dal successo in trasferta ad Altamura, volevano cercare di bissare, rovinando la festa ai padroni di casa. Sin dall'avvio si capisce quale sarà il monologo della serata, con i ruvesi che prendono sin da subito il pallino del gioco in mano trascinati dal solito Vanni Laquintana (saranno 29 i punti finali per lui) che anche quest'anno si candida a essere il top scorer della serie C, attualmente al primo posto con 385 punti, a cui seguono anche le ottime prestazioni di Aleksandar Jovic (21 punti), Angelo Luzza (16 punti) e Simone Mascoli (13 punti) alla sua seconda partita in doppia cifra. In casa foggiana sugli scudi l'ex di turno Roberto Simeoli (20 punti), Gianmarco Sorrentino (19 punti) e Dominik Samija (17 punti), ma nulla hanno potuto contro una meravigliosa Tecnoswitch cresciuta sotto ogni aspetto.

La bellezza di questa squadra è l'unione in campo che mostrano tutti i ragazzi a disposizione di coach Dimitri Patella. Anche i più giovani, pur non giocando tantissimo, si sentono parte integrante del roster. Un plauso va fatto a Simone Mascoli, unico rimasto della passata stagione: nonostante nelle prime partite non sia riuscito a trovare tanto spazio, Patella - che sa lavorare molto bene con i giovani - allenamento dopo allenamento gli ha dato fiducia e l'ala lo sta ripagando. Adesso sta sfruttando anche le opportunità, visto l'infortunio di Marchetti, e a suon di prestazioni il giovane coratino non sta facendo sentire l'assenza del proprio compagno. Già all'intervallo il punteggio è sul 52-30, gara definitivamente chiusa e nei quarti successivi Ruvo gestisce al meglio il vantaggio accumulato, visto che Vieste non riesce a impensierire la squadra di casa. Rispetto alla gara precedente, quando nei minuti finali aveva tirato i freni a mano, la Tecnoswitch è brava a non commettere lo stesso errore. La partita termina con il punteggio di 99-68.

Archiviata questa vittoria, le orecchie erano anche sui campi di Ostuni, che ha battuto Altamura dopo un tempo supplementare, e sul Palaventura di Lecce dove era in programma il big match tra la squadra di casa e l'Action Now Monopoli. A sorridere sono proprio i baresi, che compiono un'impresa battendo tra le mura amiche l'ex capolista, agganciandola al primo posto e dando il segnale che per la lotta al vertice ci sono anche loro. Adesso la Tecnoswitch è attesa da due trasferte chiave in ottica play-off, domenica 10 affronterà proprio Monopoli e la successiva farà visita a Lecce. In queste due gare si decideranno meglio i piazzamenti finali.

«È arrivata la settima vittoria di fila - dichiara a fine partita coach Patella -, ce la siamo meritata per il duro lavoro che facciamo durante la settimana. I ragazzi sono splendidi e hanno capito che la difesa sono le fondamenta su cui costruire tutte le partite, grazie a un approccio molto attento. Ci tengo a ringraziare i tre under Michele Luzio, Alessandro Eremita e Giuseppe Barile che ci danno una grandissima mano e con la loro presenza ci consentono un buon momento di allenamento, nonostante i gli infortuni che ci stanno caratterizzando.

Giuseppe Ippedico si è procurato una distorsione alla caviglia, ma aspettiamo che lo staff sanitario, composto da Sabino Schittulli e Luca Mangiatordi, valuti meglio la situazione e vedremo se dovrà saltare qualche allenamento, speriamo non qualche partita. Mi dispiace per lui perché ha disputato un ottimo match ed è un ragazzo fondamentale per questa squadra, mentre per quanto riguarda Marchetti stiamo monitorando la sua situazione, mercoledì ci sarà un nuovo consulto. In queste gare potevo tranquillamente schierarlo, ma per fortuna non c'è stato bisogno di rischiarlo. Ho sempre detto che in questo campionato nulla è scontato, considerato che la scorsa settimana Vieste ha espugnato il parquet di Altamura, quindi affronteremo al meglio il doppio impegno in trasferta per guadagnare la miglior posizione in ottica play-off, obiettivo ormai quasi raggiunto.

Non sono molto sorpreso della sconfitta di Lecce contro Monopoli, visto che i leccesi devono rinunciare a Salamina, giocatore fondamentale e la sua assenza tra le file leccesi si sta facendo sentire, a differenza della squadra barese che nonostante l'infortunio di Paparella, può contare su altri uomini. Dal mio arrivo sulla panchina ruvese è stato una catastrofe visto anche i vari infortuni che ci hanno penalizzato, ma non mi piace guardare al passato ma solamente al futuro, e adesso il duro lavoro sta portando i suoi frutti>>.

Tabellino

Tecnoswitch Ruvo - Sunshine Basket Vieste 99 - 68 (27-16, 52-30, 73-47, 99-68)

Tecnoswitch Ruvo: S. Mascoli 13, M. Marchetti n.e., G. Laquintana 29, G. Ippedico 2, A. Eremita, A. Jovic 21, B. Bagdonavicius 7, A. Di Salvia 7, A. Luzza 16, G. De leo 4. Coach: D. Patella

Sunshine Basket Vieste: G. Sorrentino 19, D. Samija 17, A. Castriotta, F. Compagnoni, A. Hoxha 4, R. Simeoli 20, T. Lauriola, I. Agalliu, M. Vorzillo 8. Coach: G. Ciocola

Nel campionato di prima divisione, nella settima giornata si affrontavano la Fidens Giovinazzo e la capolista Fiore di Puglia Ruvo, imbattuta fino a questo match. La gara è stata molto combattuta, tra le fila giovinazzesi è sceso in campo l'ultimo arrivato, il coratino Giovanni Cannillo, giunto a dare una mano alla squadra bianco-verde per contendere il primo posto alle altre avversarie.

Eppure il primo quarto era iniziato bene per la squadra bianco-blu, partita subito forte con un parziale di 0-11, ma nonostante il divario la compagine di casa rientra in gara recuperando i punti di svantaggio. Sia nel primo, sia nel secondo quarto l'andamento della partita è punto a punto, infatti si va all'intervallo sul parziale di 42-42.

Il terzo quarto è la svolta del match, la Fidens rientra in campo con l'obiettivo di vincere assolutamente la partita, migliorando la percentuale dei tiri a differenza della squadra ruvese, che comincia a riscontrare delle difficoltà; al 30' il punteggio è di 67-59. Gli ultimi dieci minuti sono un calvario per la Fiore di Puglia, perché nonostante gli sforzi nel recuperare il gap, non dando continuità, e ad approfittarne sono proprio i giovinazzesi, che aumentano con il passare dei minuti il divario tra sé e gli avversari. Si arriva al suono della sirena con il punteggio finale di 93-70.

Si interrompe così la striscia positiva in casa ruvese, ma a preoccupare è il passivo con cui è terminata la gara. Vanno fatti i complimenti al Giovinazzo per la meritata vittoria.

Domenica prossima seconda trasferta consecutiva per la Fiore di Puglia, che sarà impegnata contro la Junior Molfetta, altra sfida ostica, ma i ragazzi allenati da coach Roberto Gargano vorranno subito riscattare la sconfitta subìta.


Lascia il tuo commento
commenti