Campionato

Sorride la Tecnoswitch, piange la Fiore di Puglia Ruvo

Parla coach Dimitri Patella: «Sono contento per la vittoria, adesso ci concentriamo sulla gara di domenica a Castellaneta, nella quale cercheremo di difendere il quarto posto dal Ceglie»

Basket
Ruvo di Puglia martedì 12 marzo 2019
di Giuseppe Tedone
Tecnoswitch Ruvo
Tecnoswitch Ruvo © Talos Basket Ruvo

Un altro weekend cestistico è appena trascorso, per le nostre due rappresentanti sono arrivate una vittoria e una sconfitta. Vince la Tecnoswitch Ruvo lo scontro diretto contro la Nuova Pallacanestro Ceglie, agganciandola in classifica e portandosi sul 2-0 come scontri diretti, in vista dell'ultima giornata dove si decideranno le posizioni finali in ottica play-off. Esce sconfitta dal derby la Fiore di Puglia Basket Ruvo che si è dovuta arrendere ai cugini della Nuova Virtus Corato.

Per la serie C Gold si giocava la 21esima e penultima giornata di campionato, al PalaColombo andava di scena la sfida tra i padroni di casa e Ceglie, che giungeva in quel di Ruvo per provare a ribaltare il ko dell'andata e la differenza nei punti. Tra le file brindisine c'è Deividas Sabeckis, ex di turno che si renderà protagonista in negativo della contesa. C'è molta tensione in campo, visto che entrambe si giocano tantissimo, come dimostrato anche dal punteggio basso nei primi due quarti, in cui Ruvo e Ceglie si studiano molto attentamente e nessuna delle due vuole concedere all'avversario il break che potrebbe decidere la gara in favore di una o dell'altra squadra.

A un minuto dal termine del primo quarto avviene un episodio molto brutto, con Aleksandar Jovic che subisce una gomitata da parte di Francesco Leucci. Ciò causa la rabbia da parte dei tifosi e dei giocatori in campo, che rivolgendosi ai due arbitri chiedono di controllare meglio la gara, punendo queste scorrettezze. Possiamo che dire che Ceglie nei 40 minuti ha più volte provocato i giocatori ruvesi, ma per fortuna i bianco-blu non si sono innervositi cedendo alle provocazioni. Purtroppo non è la prima volta che Ruvo subisce questi danni, anche negli anni precedenti si sono verificati. Nonostante il colpo subìto Jovic, bendato dal medico Fracchiolla e da Luca Mangiatordi, rientra in campo nel secondo quarto. Gara che prosegue sempre a punto a punto, e così si arriverà all'intervallo sul parziale di 39-39.

Dopo il ritorno dagli spogliatoi, Ruvo rientra in campo subito ben determinata e trascinata da due triple consecutive realizzate dal solito Vanni Laquintana, provando ad allungare sulla squadra brindisina. Con il passare dei minuti la gara sembra in mano ai ruvesi, ma Ceglie non si arrende e riesce a rosicchiare dei punti, terminando il terzo quarto sul 64-58. Nel frattempo coach Dimitri Patella fa rifiatare lo stesso Laquintana e i giallo-blu provano ad approfittarne trovando un gioco da 3 punti con Damiano Faggiano.

L'inerzia potrebbe girare a favore dei messapici, ma la Tecnoswitch è brava a non farsi intimorire dal rientro della squadra ospite e con calma riesce a rimettere tra sé e Ceglie un buon vantaggio; sale in cattedra Mirko Gentili che con le sue triple sembra annichilire i brindisini. A lui si uniscono i canestri degli altri compagni di squadra: Benas Bagdonavicius, Mattia Marchetti, Aleksandar Jovic e lo stesso Laquintana. Gara che va sul velluto per i ruvesi, i quali riescono a gestire la partita, mentre da segnalare per Ceglie l'uscita per cinque di Sabeckis, Gabriele Mirone e Pierluigi Veccari, a cui si aggiunge l'uscita per infortunio di Sinisa Cvetanovic. La serata si è conclusa anche con la gioia personale per Michele Luzio, che entrato in campo negli ultimi minuti ha realizzato i primi due punti stagionali con la prima squadra. Finisce così la sfida con il punteggio finale di 88-72.

Con questa vittoria la Tecnoswitch raggiunge proprio Ceglie a quota 24 punti e domenica nell'ultima gara si deciderà chi arriverà quarto o quinto, Ruvo sarà impegnato in trasferta contro la Valentino Castellaneta, mentre Ceglie affronterà in casa la Sunshine Vieste.

«Penso che l'episodio accaduto tra Leucci e Jovic - dichiara a fine partita coach Dimitri Patella - non sia stato voluto, conosco molto bene Leucci e non penso ci sia stato volontarietà da parte sua di colpire Aleksandar. È ovvio che adesso ci si gioca tanto, non posso negare che sia andato molto scomposto sull'avversario e non penso che abbiamo impostato la gara sulla rissa. Adesso si va verso i play-off, le partite diventano più maschie, sta agli arbitri saper gestire al meglio tutte le sfide.

Sono contentissimo per la vittoria di questa sera, ma adesso possiamo concentrarci sull'ultima sfida di domenica prossima, dove sarà fondamentale sbagliare il meno possibile, cercheremo di blindare la quarta posizione ma anche loro dovranno fare lo stesso, ossia blindando il sesto posto. Ma anche qualora le cose non dovressero andare per il meglio, affronteremo alla stessa maniera anche l'eventuale bella fuori casa. Per quanto riguarda gli infortuni, non dipende certamente dalla preparazione atletica, perchè Giuseppe De Leo facendo il terzo tempo in allenamento cade su un compagno di squadra, girandosi la caviglia, mentre Angelo Luzza infortunatosi nella seconda giornata di campionato, si è operato e può capitare di avere delle ricadute, ovviamente spero di avere Giuseppe già domenica e Angelo dai play-off.

La squadra sta dimostrando di avere una buona condizione fisica, lo si è visto anche stasera, poi bisognerà gestire al meglio le forze in vista della pausa che ci aspetta prima dell'inizio dei play-off».

Tabellino

Tecnoswitch Ruvo - Nuova Pallacanestro Ceglie 88-72

(19-19, 39-39, 64-58, 88-72)

Tecnoswitch Ruvo : B. Bagdonavicius 18, A. Di Salvia 1, A. Jovic 14, G. Laquintana 34, M. Marchetti 6, G. De Leo n.e., M. Luzio 2, S. Mascoli, G. Ippedico 1, M. Gentili 14. Coach : D. Patella

Nuova Pallacanestro Ceglie : G. Pace 3, S. Cvetanovic 5, F. Leucci 3, G. Mirone 14, D. Sabeckis 7, A. D. Palma n.e., A. Provvidenza 3, P. Veccari 20, D. Faggiano 8, A. Lasorte 8. Coach : G. Putignano

Nel campionato di prima divisione, al Palalosito si è giocato il derby tra i padroni di casa e la Fiore di Puglia Ruvo. Gli ospiti giungevano a questa gara da capolista, mentre la Virtus Corato li inseguiva di quattro lunghezze. In un PalaLosito quasi vuoto, i padroni di casa sono sempre stati in vantaggio nei parziali sui cugini rubastini, anche qui dal primo al terzo periodo sfida molto equilibrata, infatti la contesa si decide nell'ultimo quarto, in cui i padroni di casa hanno avuto quella marcia in più per aver la meglio sull'intera posta in palio.

La Fiore di Puglia si è affidata molto all'ex di turno Mario Milone, ma nonostante i suoi 25 punti finali, la sua squadra si è arresa alla Nuova Virtus Corato. Gara che termina con il punteggio finale di 75-59, aggiudicandosi anche lo scontro diretto, visto che all'andata Ruvo vinse con una differenza di 14 punti, quindi in un'eventuale arrivo a pari merito sarà avvantaggiato Corato.

Si pensa subito alla prossima gara dove tra le mura amiche i bianco-blu saranno chiamati ad affrontare una sfida delicatissima in chiave classifica, perchè al PalaColombo arriverà l'altra attuale capolista il Basket Bitritto, che vorrà vendicarsi della sconfitta subìta nel girone d'andata. La terza capolista è la Junior Molfetta che ha battuto in trasferta l'ags Toritto per 58-73.

Tabellino

Nuova Virtus Corato - Fiore di Puglia Basket Ruvo 75-59

Nuova Virtus Corato : A. Zara 5, D. Tarricone 13, N. Battafarano, G. De Palma 3, U. Piarulli 30, D. Piccione, P. Loiacono 4, S. Vitanostra 5, D. Maldera 3, A. Lasorsa 12. Coach : A. Camporeale

Fiore di Puglia Basket Ruvo : L. Ferrara 8, M. Milone 25, D. Ferrante, C. Rosito 4, P. Bernardi, Mariano Lorusso 12, S. Papagno 10, G. Strapede. Coach : R. Gargano.

Lascia il tuo commento
commenti