Serie B

Un’irriconoscibile Tecnoswitch Ruvo cede in casa alla Bawer Matera

Coach Dimitri Patella: «Mi assumo ogni responsabilità di tutto, dopo questa bruttissima prestazione. Dobbiamo cercare di svoltare in campo, ricordandoci sempre qual è il nostro obiettivo stagionale»

Basket
Ruvo di Puglia lunedì 18 novembre 2019
di Giuseppe Tedone
Tecnoswitch Ruvo - Bawer Matera
Tecnoswitch Ruvo - Bawer Matera © Giuseppe Tedone

Certamente sulla carta non era un impegno facile e si sapeva.

Per la nona giornata del campionato di serie B, si affrontano la Tecnoswitch Ruvo e la Bawer Matera, in un derby barese-lucano dove al termine dei 40 minuti di gioco, ha la meglio la squadra materana, ponendo fine all’imbattibilità interna della squadra ruvese.

La Tecnoswitch Ruvo non riesce a sfruttare il primo dei due impegni casalinghi, anche a causa di una costante che sta caratterizzando quest’inizio stagione: la squadra alla prima difficoltà subisce un parziale netto, senza un minimo di reazione. Infatti la gara di sabato si è decisa nel secondo quarto, dopo che la Tecnoswitch Ruvo ha disputato ottimi dieci minuti, chiudendo in vantaggio il primo quarto sul parziale di 21-15, trascinata da un monumentale Vanni Laquintana, sempre più leader della squadra.

Dopo tante partite in tribuna, tra i riconvocati si è rivisto il ruvese Giuseppe Ippedico, mentre coach Dimitri Patella ha dovuto rinunciare a Matteo De Leone, la cui assenza si è sentita eccome e all’under Sava Razic.

Dopo un buon primo quarto, i bianco-azzurri spariscono dal campo. Buio totale nei ragazzi di coach Patella, che sembrano disorientati e paurosi, sbagliando tantissime conclusioni e perdendo anche molti palloni. A parte Laquintana, per il resto dei compagni non è serata.

Una delle note positive della serata è l’ingresso in campo dell’under Giacomo Barnaba, che giocando 18 minuti realizza 7 punti, provando a fare la voce grossa sottocanestro, sopperendo all’assenza di De Leone e alla condizione fisica non ottimale del capitano Ignacio Ochoa. L’altro miglior score della Tecnoswitch è l’ala-centro Matteo Bini, che realizza 14 punti. Matera riesce a piazzare un parziale di 30-6 indirizzando l’inerzia della gara dalla sua parte. In casa lucana spicca l’ottima prestazione di Gints Antrops (ex di turno) che con i 22 punti manda in tilt la compagine barese. Le due squadre giungono all’intervallo sul parziale di 27-45.

Nella ripresa, i bianco-azzurri hanno una timida reazione, ma l’esito della gara non cambierà perché nel Matera salgono in cattedra anche Lorenzo Panzini, Marcelo Dip e Antonio Fabrizio Smorto che, con le loro realizzazioni, aumentano il divario tra la propria squadra e la Tecnoswitch Ruvo.

Non c’è nient’altro da raccontare: termina così la partita con il risultato finale di 56-82.

Vanno i meriti alla Bawer Matera per aver ottenuto la prima vittoria in trasferta e non solo perché si sono dimostrati un’ottima squadra che potrà dar fastidio alle altre compagini per le prime posizioni di classifica.

Mentre in casa Tecnoswitch Ruvo ci sono molte riflessioni da fare per la bruttissima gara giocata, e sabato prossimo sono attesi in un’altra gara difficilissima, perché al PalaPoli arriverà la Frata Nardò, che ha vinto in casa contro la Scandone Avellino.

«Dobbiamo trovare il sistema di rimanere in partita durante le difficoltà. - dichiara a fine gara coach Dimitri Patella - Al momento siamo una squadra che vive momenti di esaltazione, dove ci riesce di tutto - nonostante avessimoo disputato un ottimo primo quarto e stessimo provando a indirizzare la gara dalla nostra parte - e momenti negativi dove non appena gli avversari ci mettono in difficoltà, crolliamo subito, senza un minimo di reazione. A ciò aggiungiamo che la gara è stata condizionata anche dalle assenze di De Leone e Razic, a cui è seguito anche l'infortunio a Ochoa a inizio partita, condizionando la sua prestazione.

Rispetto alla gara contro Palestrina e anche alle altre gare precedenti, ci sono stati parecchi passi indietro. Dobbiamo cercare di lottare minuto dopo minuto su ogni palla, ricordandoci che siamo una squadra neopromossa e non possiamo permetterci di giocare delle partite soft come questa contro Matera. Solamente attraverso il lavoro possiamo migliorare sotto tutti gli aspetti, ma soprattutto in campo dobbiamo svoltare con la testa, aiutandoci l'un con l'altro. Mi assumo tutte le responsabilità di questa bruttissima prestazione e faremo in modo, già da sabato prossimo, di scendere in campo con un atteggiamento diverso».



Tabellino

Tecnoswitch Ruvo – Bawer Matera 56 – 82

(21-15, 27-45, 43-61, 56-82)

Tecnoswitch Ruvo: I. Ochoa 3, S. Bonfiglio 6, A. Di Salvia 2, G. Laquintana 20, F. Poli n.e., M. Bini 14, G. Ippedico 1, N. Bertocco 3, G. Barnaba 7, A. Eremita n.e. Coach: D. Patella

Bawer Matera: G. Antrops 22, M. Dip 14, L. Panzini 14, P. Battaglia 7, A.F. Smorto 12, R. Buono 4, V. Staffieri 7, A. Antonaci 2, D. Centoducati, M. Moncini. Coach: A. Origlio

Lascia il tuo commento
commenti