Serie B

Vittoria anche nel derby di ritorno per la Tecnoswitch Ruvo: battuti i cugini coratini per 70-63

​Simone Bonfiglio: «È​ stata una vittoria di cuore, preparata benissimo durante la settimana. Dedico la vittoria ai miei compagni, in particolare a Di Salvia, alla città, ai tifosi e ai miei genitori»

Basket
Ruvo di Puglia lunedì 10 febbraio 2020
di Giuseppe Tedone
Tecnoswitch Ruvo - Basket Corato
Tecnoswitch Ruvo - Basket Corato © Talos Basket Ruvo

Ieri pomeriggio, per la 21esima giornata del campionato di serie B di basket, è andato di scena il derby del Nord Barese tra la Tecnoswitch Ruvo e il Basket Corato.

Nel derby disputato nella gara d’andata, a imporsi al termine dei 40 minuti di gioco fu proprio la Tecnoswitch Ruvo che riuscì a espugnare il Palalosito, aggiudicandosi un derby fuori casa dopo tantissimo tempo. Anche in quest’occasione, i bianco-azzurri cercheranno di bissare la vittoria dell’andata, di contro la compagine bianco-verde proverà a fare lo scherzetto ai cugini ruvesi.

In una bellissima cornice che ha riempito il PalaPoli di Molfetta, con tantissimi tifosi giunti anche da Corato, si è disputata una bellissima partita anche se, come tutti i derby, piena di adrenalina e tensione da entrambi le parti, perché nessuna delle due squadre voleva perdere.

Nel primo quarto inizia molto bene la Tecnoswitch Ruvo, entrata in campo con l’atteggiamento di impensierire sin da subito la compagine coratina. Ottime risposte da Vanni Laquintana, il capitano Ignacio Ochoa e anche da un ottimo Matteo Bini. Corato prova a reagire realizzando quattro punti consecutivi con Maurizio Tassone, l’ultimo innesto in casa bianco-verde, che porta un po' d’esperienza ai propri compagni. Non è l’unico giocatore coratino che prova a trascinare, perché ci pensano anche Efe Idiaru, uno dei migliori per la propria compagine, e anche il capitano Mauro Stella.

Infatti il secondo quarto è in favore del Corato, brava nell'approfittare di un calo ruvese, a causa delle palle perse, ma non solo, anche a causa delle imprecisioni dovute a scelte affrettate. Ma prima della pausa, la Tecnoswitch si riprende, andando negli spogliatoi sul parziale di 35-30.

Dopo la pausa, il terzo quarto sembra poter condannare ancora una volta Ruvo, ma è fortunata perché anche Corato sbaglia nei tiri, mantenendo ancora in gara i rivali.

Negli ultimi minuti continua l'inerzia punto a punto, fino a quando l'equilibrio viene rotto dalle triple dell'"uomo volante" Simone Bonfiglio che indirizza la gara in favore dei suoi.

Da sottolineare anche le prestazioni di Daniele Dell'uomo e Matteo De Leone, che danno il contributo alla causa ruvese, dedicando anche la vittoria al proprio compagno Alberto Di Salvia uscito anzitempo dal match, a causa di un infortunio alla mano.

«Dedico questa vittoria a tutti i miei compagni, in particolare ad Alberto Di Salvia. – dichiara Simone Bonfiglio- È stata una vittoria voluta e ottenuta da tutti: sono troppo contento per il successo finale e ringrazio i miei compagni che si sono voluti poggiare su di me. Per fortuna io non li ho traditi. Siamo davvero un bellissimo gruppo: se continuiamo a lavorare così, possiamo davvero toglierci parecchie soddisfazioni.

Ci tengo a dedicare anche la vittoria ai miei genitori, perché ogni tanto mi sentono un po’ abbattuto, ma non smettono mai di credere in me, eio sono felice di tutto ciò. Adesso continuiamo ad andare avanti su questa strada, perché ci aspettano altre battaglie da affrontare».

«Ho passato diversi anni nella città di Ruvo e sapevo dell’importanza di questo derby – dichiara il coach Dimitri Patella-. Era da tanto tempo nella storia cestistica ruvese che in un anno non fossero vinti entrambi i derby, e di questa cosa possiamo esserne solo orgogliosi. L’unica pecca è stata quella di dover disputare questa partita lontano dal PalaColombo, però alla fine l’importante era vincere e così è stato, quindi in questa stagione accettiamo di tutto.

Devo complimentarmi con i miei ragazzi perché sapevamo che sarebbe stata una partita difficile nella gestione, ma la nostra bravura è stata quella di indirizzarla nel momento decisivo dalla nostra parte. Dobbiamo, però, ancora lavorare sui black out.

Domenica prossima affrontiamo una gara difficile contro la Cassino, un avversario che sfrutta tantissimo il fattore campo e che rispetto alla gara d’andata, si è rinforzata. Se dobbiamo valutare le loro ultime prestazioni di gioco, Cassino avrebbe una media da squadra in lotta per i playoff. Come sempre prepareremo al meglio questa gara, in modo da farci trovare pronti per domenica».

Tabellino

Tecnoswitch Ruvo - Adriatica Industriale Corato 70 - 63

( 18-12, 35-30, 44-45, 70-63)

Tecnoswitch Ruvo: G. Laquintana 21, S. Bonfiglio 20, N. Bertocco 8, I. Ochoa 6, M. De Leone 8, D. Dell'uomo 1, A. Stepanovic, A. Di Salvia, M. Bini 8, S. Razic n.e., F. Poli n.e. Coach: D. Patella

Adriatica Industriale Corato: A. Serroni 2, M. Stella 11, A. Coppia, M. Tassone 13, G. Sereni 6, A. Yabre, L. Brunetti 9, T. Pisoni, L. Kekovic 6, E. Idiariu 16. Coach: G. Gesmundo

Lascia il tuo commento
commenti