Final Eight

Una grande Be Board si arrende ai rigori contro il Città di Massa

È stata una semifinale molto combattuta, e per decidere la vincitrice sono serviti i tiri dal dischetto. Due quelli sbagliati dalla squadra ruvese, che la condannano all’uscita dalla competizione

Calcio
Ruvo di Puglia lunedì 11 marzo 2019
di Giuseppe Tedone
Be Board Ruvo - Città di Massa
Be Board Ruvo - Città di Massa © Divisione calcio a 5

Questa volta il destino è stato avverso nei confronti della Be Board Ruvo, che esce a testa alta dalla semifinale della Final Eight contro un’ottima Città di Massa, che ha vinto solo dopo i calci di rigore, contendendo la Coppa al Real San Giuseppe.

Vanno fatti i complimenti a entrambe le squadre, che hanno affrontato con grande tenacia l’intera posta in palio; i toscani hanno avuto dalla loro parte un po’ di fortuna, perché sia nei quarti e sia in semifinale sono arrivati ai calci di rigore, quindi il San Giuseppe è avvisato in vista della finale. Al di là di questo, si sa che i rigori sono un terno al lotto. Ruvo non ha nulla da recriminare perché ha onorato e sudato la maglia, battendosi fino all’ultimo momento.

Il primo tempo termina sul punteggio di 1-1, a passeggiare è la squadra bianco-nera. Luca Dodaro esce con la palla dalla porta passandola a Josè Antonio Linero Garrote che riesce a scartare due avversari, battendo il portiere Leopoldo Mastrorilli. Nonostante lo svantaggio la Be Board non demorde, anzi a tratti dimostra la sua superiorità, riuscendo a trovare la rete del pareggio grazie alla combinazione Garcia Rubio e Giacomo Ciliberti (che realizza il secondo gol in questa competizione).

La squadra barese sembra non accontentarsi; ci prova prima Antonio Amoruso con un tiro da fuori area, lo imita Quintin Mayoral (per il Città di Massa), poi ci pensa il palo colpito dallo stesso Rubio a salvare il Città di Massa. Si va all’intervallo in parità. Nella ripresa i ruvesi rientrano in campo così come avevano terminato il primo tempo, infatti la Be Board riesce a ribaltare la situazione grazie a un’autorete di Simone Zoppi, che devia involontariamente nella propria porta il tiro di Garcia Rubio.

Subito dopo il 2-1, Città di Massa non ci sta e a metà tempo impatta il parziale sul 2-2 con Andrea Percivalle, giustiziere nella gara contro il Cus Molise, rimettendo in carreggiata la propria squadra. Ruvo continua a combattere anche contro la sfortuna, collezionando altri pali sempre con lo stesso Rubio, se la squadra toscana è ancora in corsa lo deve alla buona sorte. Termina così la gara sul punteggio di 2-2.

Si va così ai calci di rigore, mister Giampaolo Piacenza si gioca la carta del secondo portiere Paolo Pellicani, provando a sfruttare la sua prestanza fisica, ma la mossa non si rivelerà vincente, perché non riuscirà a parare nessun rigore, a ciò si uniscono anche gli errori di Ciliberti e Garcia Rubio.

Lascia il tuo commento
commenti