Mercato

Tre è il numero perfetto, come i ragazzi della Fc Di Domenico approdati in società professionistiche

La soddisfazione del mister: «La bontà del lavoro di una scuola calcio è misurata dal numero di ragazzi che si riesce a preparare e a far essere pronti per il mondo del professionismo​»

Calcio
Ruvo di Puglia sabato 03 agosto 2019
di Giuseppe Tedone
Donatello Leone
Donatello Leone © Fc Di Domenico

Ottime notizie per la scuola calcio ruvese Fc Di Domenico, infatti tre tra i più promettenti tesserati della società giallo-verde firmano con altrettante realtà professionistiche. Si tratta di Donatello Leone, che a distanza di un anno tornerà a indossare i colori della Ssc Bari presieduta da Luigi De Laurentiis. Lo seguirà anche Diego Carlucci con un contratto di vincolo annuale. Lo stesso ragazzo si è già messo in mostra partecipando ad un raduno con il Sassuolo. L'altro atleta è Pietro Moretti, che militerà con il Monopoli 1966.

«Abbiamo chiuso l’accordo con la Ssc Bari con vincolo quadriennale - dichiara il mister Fabio Di Domenico -. Sono contento per il ragazzo che è tornato a Bari, dopo un anno dal fallimento della vecchia società. Leone rappresenta uno dei prodotti qualitativamente più importanti della Fc Di Domenico, che annovera altri ragazzi pronti a fare il salto nel professionismo. La bontà del lavoro di una scuola calcio è misurata con il numero di ragazzi che si riesce a preparare e a far essere pronti per il professionismo e la Fc Di Domenico da 8 anni è ormai realtà consolidata e punto di riferimento sul territorio».

Leone non sarà da solo, perché condividerá quest'esperienza nella stessa società, con Diego Carlucci, nuovo tesserato con il sodalizio biancorosso.

Non c'è due senza tre, infatti un altro ragazzo, Pietro Moretti, che ha firmato con il Monopoli 1966, farà parte della rosa dei giovanissimi nazionali che parteciperà al campionato di categoria.

«Posso ritenermi più che entusiasta - dichiara sempre mister Di Domenico -. Efficaci e determinanti ancora una volta i rapporti creati nel territorio con le società pro e la disponibilità offerta, al fine di preservare e tutelare la crescita formativa e sportiva di ogni ragazzo della nostra scuola calcio. A nome di tutti faccio un grosso in bocca al lupo a Donatello e Pietro, con la speranza che entrambi possano raggiungere e togliersi tantissime soddisfazioni».

Lascia il tuo commento
commenti