2° categoria

Inizia con una sconfitta il campionato della Ruvese contro Peschici

Il mister Damiano Giangaspero: «Torniamo a casa con tanti rimpianti, soprattutto per i primi minuti di gioco, che hanno condizionato il prosieguo della partita. Avremmo meritato il pareggio»

Calcio
Ruvo di Puglia martedì 08 ottobre 2019
di Giuseppe Tedone
Usd Ruvese
Usd Ruvese © Usd Ruvese

Domenica 6 ottobre è iniziata la nuova stagione del campionato di seconda categoria, in cui ha fatto il suo esordio la compagine locale neopromossa usd Ruvese.

Nella prima giornata affrontava l’Atletico calcio Peschici e non è andata bene per i nero-azzurri, usciti sconfitti con il risultato finale di 3-2. In uno stadio gremito in ogni ordine, entrambe le squadre danno vita ad una partita ricca di emozioni , anche se la compagine barese avrebbe meritato il pareggio per quanto espresso nei 90’.

Partenza shock per i ragazzi di mister Damiano Giangaspero, che al 1’ minuto sono già in svantaggio con La Fortezza, che su corner ospite insacca il pallone nella propria rete dopo esserselo visto sbucare all’improvviso. La Ruvese cerca di riordinare le idee, ma al 18’ i padroni di casa trovano il raddoppio con Michael Flaminio che scatta sul filo dell’off-side e realizza la rete del 2-0. Il raddoppio sembra improvvisamente dare la scossa alla Ruvese, la quale da questo momento diventa padrona assoluta della partita e al 27’ riapre il match con Alieu Jallow che dal limite su punizione, complice una deviazione della barriera, porta il match sul 2-1. Al 32’ va vicina al pareggio con Carrara che a pochi passi si vede negare il goal da un intervento superlativo del portiere Antony D’Errico. Il forcing nerazzurro fa perdere la testa al capitano del Peschici Vincenzo Borgia che colpisce con una testata l’attaccante nerazzurro Nunzio Desimine, episodio che sfugge all’arbitro Capuano della sezione di Barletta nonostante le veementi proteste. Beffa assoluta perché proprio Borgia al 44’ realizza la rete del 3-1 su un calcio di punizione dal limite dell’area con la quale si conclude il primo tempo.

Nella ripresa la Ruvese continua ad attaccare a testa bassa e al 55’ ha l’occasione per riaprire il match: Desimine viene atterrato in area di rigore, dal dischetto si presenta Pisani, ma D’Errico respinge il penalty con un ottimo intervento; sulla ribattuta è lesto Carrara che insacca alle spalle del portiere il goal del 3-2. I padroni di casa sono in difficoltà e cercano di resistere alla pressione dei nerazzurri che ci provano in tutte le maniere a trovare un pareggio che sarebbe meritato per quantovisto in campo. L’ultima occasione arriva nel recupero con Desimine che in rovesciata impegna D’Errico nell’ennesimo intervento della gara. Dopo 5 minuti di recupero arriva il fischio finale con le due squadre che escono tra gli applausi dello sportivissimo pubblico di Peschici.

«A fine gara sono molto rammaricato - dichiara l'allenatore Damiano Giangaspero -. La cosa che posso rimproverare ai miei giocatori è stato l’atteggiamento sbagliato nei primi 20 minuti di gioco, dovuto anche al fatto di giocare davanti a tantissima gente, erano mille i tifosi presenti sugli spalti, e quindi può subentrare l’emozione. A ciò aggiungi anche il fatto che abbiamo fatto 220 km per raggiungere il campo, ma questa non vuole essere assolutamente una giustificazione.

Nonostante tutto, le indicazioni che ho avuto dalla gara sono state positive, se consideriamo che Peschici è una società con tante risorse e hanno allestito una rosa per vincere il campionato. Tutto sommato posso ritenermi soddisfatto perché i miei ragazzi se la sono giocata fino all’ultimo. Il nostro percorso continua domenica prossima, quando in casa affronteremo l’United Monte Sant’Angelo, cercando di ottenere i primi tre punti stagionali».

Lascia il tuo commento
commenti