La nota

Assalto Cgil Roma, la solidarietà di Pasquale Chieco

​«Sono orgoglioso di essere da anni accanto al sindacato in tante battaglie per i diritti dei lavoratori. Presidiare, difendere, resistere alla violenza di chiara ispirazione fascista è un dovere per noi tutte e tutti»

Cronaca
Ruvo di Puglia domenica 10 ottobre 2021
di La Redazione
Presidio Cgil Ruvo di Puglia
Presidio Cgil Ruvo di Puglia © Cgil Ruvo di Puglia

Il sindaco Pasquale Chieco, in una nota, esprime solidarietà alla Cgil, colpita dall'assalto alla sede nazionale, a Roma, in concomitanza con la manifestazione dei "No green pass". Gli autori sarebbero esponenti dell'estrema Destra.

«Questa mattina  - scrive - ho portato alla Camera del Lavoro di Ruvo di Puglia la solidarietà mia e della coalizione di Centrosinistra per la vergognosa aggressione subita ieri sera dalla sede nazionale della Cgil da parte della estrema destra squadrista.

Sono orgoglioso di essere da anni accanto al sindacato in tante battaglie per i diritti dei lavoratori, orgoglioso di avere accanto a me persone come Michele Scardigno e tante donne e uomini che condividono gli stessi valori.

Presidiare, difendere, resistere alla violenza di chiara ispirazione fascista è un dovere per noi tutte e tutti».

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Franco ha scritto il 10 ottobre 2021 alle 16:03 :

    E quindi chi è contro il Green Pass (misura liberticida) è automaticamente un fascista? Rispondi a Franco

  • Pippo ha scritto il 10 ottobre 2021 alle 11:38 :

    E giusto che si rispetti la costituzione, la democrazia , l,art 39 e 54 le associazioni organizzazioni sindacale e libera,art.54tutti i cittàdini hanno il dovere di essere fedeli alla repubblica e di osservare la costituzione e le leggi, i cittadini cui sono affidate funzioni pubblici hanno il dovere di adempiere con disciplina ed onore Rispondi a Pippo

    anacleto ha scritto il 10 ottobre 2021 alle 16:08 :

    e avanti tutta con pippo e le sue pippe !!! ma che vordì? bho? Rispondi a anacleto

    Giuseppe L. ha scritto il 10 ottobre 2021 alle 12:46 :

    Il sindacato non deve essere solo libero (di fare quello che vuole) ma deve essere anche rappresentativo e in questo momento, sul Green pass obbligatorio a pena licenziamento, non mi pare proprio lo sia. Va bene la solidarietà ma occorre parlare di altro. Rispondi a Giuseppe L.

    Prisco Rosanna ha scritto il 10 ottobre 2021 alle 13:51 :

    Esattamente Rispondi a Prisco Rosanna