Recepite in toto le osservazioni del ricorso elaborato in autotutela

Ambulanti, rettificata la tassa sui rifiuti

​In queste ore stanno pervenendo da parte del comune di Ruvo di Puglia le nuove richieste di pagamento. Savino Montaruli di Unimpresa Bat: «Non ho mai avuto alcun dubbio sull’esito positivo»​

Attualità
Ruvo di Puglia venerdì 14 luglio 2017
di La Redazione
Il sindaco ha incontrato le associazioni di categoria degli ambulanti © Unimpresa Bat

Stanno pervenendo in queste ore da parte del comune di Ruvo di Puglia le richieste di pagamento della tassa rifiuti rettificate. Riguardano i pagamenti dovuti dagli ambulanti concessionari di posteggio nel mercato del sabato. Sono state recepite in toto le osservazioni contenute nel ricorso in autotutela elaborato, redatto e presentato a firma del presidente Unimpresa Bat e coordinatore Città Metropolitana di CasAmbulanti Italia e Acab (Associazione commercianti ambulanti Bat), il sindacalista andriese Savino Montaruli, sostenuto da Batcommercio2010/Cna Puglia, rappresentata dal presidente Vincenzo Berardino.

«Si è concluso l’iter concordato con l’Amministrazione comunale di Ruvo di Puglia e con il sindaco Pasquale Chieco – ha commentato Montaruli -, dopo la presentazione del ricorso sul cui esito positivo non ho mai avuto alcun dubbio. Dopo le insistenti, iniziali posizioni avverse della Responsabile dell’ufficio Tributi e dei suoi diretti collaboratori, i quali sostenevano una tesi diametralmente opposta alla nostra, oggi prendo atto piacevolmente di aver avuto nettamente ragione sulle modalità applicative della tassa rifiuti su base giornaliera. Abbiamo predisposto apposita modulistica, che con piacere ho registrato essere stata integralmente ripresa da altre associazioni di categoria amiche, e abbiamo presentato al Comune centinaia di richieste di rettifica e soprattutto di interruzione dei termini di prescrizione per quanto pagato in eccedenza negli anni pregressi.

Il Comune di Ruvo di Puglia quindi sta provvedendo a inviare le nuove cartelle rettificate con la riduzione di oltre il 70% rispetto a quanto richiesto prima del ricorso per l’anno 2017, con un risparmio reale, per ciascun operatore, di molte decine di euro l’anno. Così come sta avvenendo anche in altri comuni, in cui abbiamo formulato tale uguale proposizione, anche a Ruvo di Puglia abbiamo ottenuto il risultato auspicato, grazie anche alla disponibilità dell’Amministrazione a prendere atto delle nostre osservazioni, in autotutela senza aggravio per l’Ente dei costi di un eventuale giudizio», ha concluso Montaruli.

Lascia il tuo commento
Le più commentate
Le più lette